Francesco di Paola, un eremita nel mondo

La vita, le idee e le parole del nuovo arcivescovo di Milano

Paolo Rodari

In libreria dal 30 agosto 2018, Rubbettino, 102 pagine.

Dopo aver scritto per Einaudi un libro con Antonella Lumini, eremita di città (“La custode del silenzio”), ho deciso di rispondere positivamente alla proposta fattami da Rubbettino della stesura di una biografia dedicata alla vita di un grande eremita italiano, Francesco di Paola (1416-1507). Un uomo del silenzio e continuamente richiesto dai grandi della terra bisognosi di consigli. Fra questi il re di Francia, che chiama Francesco a corte per le sue doti di taumaturgo: vuole che l’eremita lo guarisca da una malattia. Francesco risponde positivamente, anche se il suo compito diverrà soprattutto quello di aiutare lo stesso monarca ad affrontare la morte senza paura, non prima di aver sistemato nel modo migliore il nodo non semplice della successione.
 
In un periodo di grande dissoluzione fuori e dentro la Chiesa, un’epoca di molti sacerdoti e religiosi che vivono negli agi e nei lussi incuranti del Vangelo, Francesco sceglie il ritorno alle origini, votandosi all’isolamento come gli antichi padri del deserto per vivere il solo a solo con Dio. Un ritiro attuale ancora oggi, in un momento per certi versi non dissimile da quello di allora.
 
Il ritiro dal mondo di Francesco non è fine a se stesso. Ben presto, infatti, la grotta dove si ritira a vivere viene “assediata” da frotte di persone desiderose di aiuto, di conforto, di confronto. Francesco accetta l’arrivo della gente e a tutti dona il suo amore, compiendo anche prodigi, sempre nel nome della carità. Presto altri eremiti si uniscono a lui. E da Paola la sua comunità si espande, prima in Calabria, poi in Sicilia (fonderà l’Ordine dei Minimi), infine in altri posti in Italia e poi oltre i confini. Il suo segreto è solo e soltanto uno: credere nella possibilità di realizzare ciò che il suo cuore gli suggerisce sia buono e giusto. Credere in se stesso, nelle proprie possibilità e nella potenza disarmante dell’amore. Nulla è impossibile per chi crede nell’amore. Questo il messaggio che la vita di Francesco di Paola comunica a tutti ancora oggi. Non ci sono limiti, barriere, per chi sceglie l’amore.


APPUNTAMENTI


Giovedì 8 novembre dalle 19 sarò a Messina alla Sala Delle Bandiere del Comune per presentare insieme ad Antonella Lumini “La custode del silenzio”. L’incontro è organizzato da “Anthurium Rosa. Cammini di conoscenza

Sottoscrivi la newsletter